Michele Leo vince il Campionato Mondiale del Pizzaiuolo 2017

22 giugno 2017 | evidenza,NEWS

Il Napoli Pizza Village è una grande festa dove gli amici della pizza di tutto il mondo si incontrano per far parte di un’unica grande tavolata alla napoletana e una strada in riva al mare diventa per qualche giorno il posto dove tutti hanno sempre sognato di vivere. Durante quest’evento straordinario si è svolto il 16esimo Campionato Mondiale del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo che ha incoronato il miglior pizzaiolo del mondo.
 
Sempre più mondiale, sempre più competitivo, sempre più esaltante: così si è presentata l’edizione 2017 del Campionato, che ha trovato nuovamente spazio nello Stadio della Pizza allestito sul lungomare Caracciolo di Napoli. Sono stati oltre 600 i pizzaiuoli, provenienti da 40 paesi, presenti per uno spunto di confronto leale in un contesto di divertimento, di semplicità e di amicizia, ma anche di grande professionalità che da sempre contraddistingue il nobile mestiere del Pizzaiuolo. Migliaia di curiosi ed appassionati hanno acclamato i propri beniamini e atteso il momento del verdetto, che ha visto trionfare un solo vincitore. Il suo nome è Michele Leo.
 
campionato mondiale del pizzaiuolo 2017 michele leo vincitoreLa carriera lavorativa di Michele Leo inizia in un settore lontano dalla pizzeria: per 13 anni si occupa di informatica, senza mai nascondere la passione per la cucina. Dopo aver frequentato un corso di Cuoco a Roma, incontra Gabriele Bonci, grande maestro di panificazione e pizza in teglia, e da questo momento cambia la sua vita. La vicinanza con Gabriele gli consente di trasferire la passione per la cucina alla pizzeria.
La crescita professionale avviene con l’apertura di un proprio locale a Piazza Municipio a Napoli, dove è preso dalla gestione dell’intera pizzeria.
Le sue pizze sono caratterizzate da lunghe lievitazioni di almeno 24 ore, con alta idratazione, dalla stagionalità degli ingredienti e da un enorme attenzione alle materie prime.
 
Gli altri premiati durante la manifestazione sono stati:
• CATEGORIA FREESTYLE: Francesco Canò – 40 punti
• CATEGORIA PIZZA VELOCE: Simone Fortunato – 39,16 sec
• CATEGORIA PIZZA CLASSICA: Ivan Di Leva – 2349 punti
• CATEGORIA PIZZA LARGA: Eros Segato – 71*66 cm
• CATEGORIA JUNIORES: Aniello Sorrentino – 1985 punti
• CATEGORIA GLUTEN FREE: Salvatore Lioniello – 3325 punti
• CATEGORIA PIZZA IN TEGLIA: Vincenzo Gagliardi – 2120 punti
• CATEGORIA PIZZA FRITTA: Teresa Iorio – 2070 punti
• CATEGORIA METRO/PALA: Francesco Ceglia – 2205 punti
• CATEGORIA PIZZA DI STAGIONE: Angelo Ranieri – 2280 punti
• CATEGORIA ROSSOPOMODORO: Gennaro Piccolo – 2100 punti

  
  

©Riproduzione riservata


Share on Facebook20Share on Google+0Tweet about this on Twitter