Diventa pizzaiolo in 250 ore, da aprile a Portogruaro

20 marzo 2018 | evidenza,NEWS

accdemia-pizzaioli-regione-veneto-3

Ci siamo, siamo giunti alla quinta edizione del corso MASTER PIZZAIOLO della durata complessiva di 250 ORE. A differenza degli altri corsi base di pizza, questo corso, organizzato in collaborazione con la Regione Veneto, permette di ricevere una formazione a 360 gradi non solo sulla pizza in tutte le sue declinazioni, ma anche sul mondo della cucina: durante le 6 settimane di lezione teorico-pratiche, vi sono infatti 40 ore dedicate alla preparazione degli ingredienti, alla realizzazione di pizze gourmet con abbinamenti particolari e, ovviamente, al corretto utilizzo delle attrezzature. La data di partenza del quinto corso regionale di pizza è fissata per il 23 aprile 2018; per coloro che risiedono lontano dall’Accademia di Gruaro viene offerta la possibilità di alloggiare in mini-appartamenti da 2/3 persone nei pressi della scuola, a prezzi molto vantaggiosi.
 
Il corso di Master Pizzaiolo prevede 4 moduli distinti:
 
1. Pizza base Il modulo Pizza base è dedicato alla preparazione della pizza classica nei suoi aspetti teorici e soprattutto pratici. Cereali e farine, acqua, lievito, sale, olii, impasti diretti ed indiretti, biga e poolish, maturazione e lievitazione, impasti a breve lievitazione saranno solo i principali argomenti teorico pratici affrontati durante il corso.
 
2. Cucina base Come accennato in precedenza, questo modulo è stato pensato per insegnare al corsista tutti i fondamenti della cucina italiana, con particolare attenzione a tutte quelle preparazioni che riguardano la pizzeria. Il pizzaiolo dovrà essere sempre più competente e vicino alla figura dello chef, pertanto dovrà sapersi districare nella preparazione della linea di pizzeria partendo solo ed esclusivamente da materie prime fresche e di prima qualità.
 
3. Pizza avanzato Il modulo Pizza avanzato comprende tutte le specializzazioni sulle diverse tipologie di pizze:
pizza in teglia: nata nei più caratteristici panifici romani, tradizion vuole che sia condita con filo d’olio e un pizzico di sale grosso. Di colore chiaro, è fatta di una pasta croccantissima, non a caso a Roma la chiamano proprio scrocchiarella
pizza in pala: lunga, alta e morbida, dotata di un’alveolatura ben definita e pervasa dai tipici sapori napoletani. Una pizza conosciuta e apprezzata in tutto il mondo
pizza napoletana: la regina di tutte le pizze! Pasta alta, soffice, cornicone ben formato e cottura veloce. Da mangiare rigorosamente con le mani. Disciplinare pizza napoletana STG.
pizza senza glutine: gustosa al pari di una pizza normale, la senza glutine è ideale per i celiachi e per coloro che vogliono rimanere leggeri senza rinunciare al buon gusto.
pane e focacce: impara a contenere gli sprechi in pizzeria! Il corso insegna a come riutilizzare, in modo corretto, la pasta di pizza in avanzo per imparare a preparare il cestino di pane del proprio locale.
impasti speciali: impara a gestire biga, poolish e autolisi come alternativa al classico impasto diretto.
lievito madre
 
4. Sicurezza A completare il corso di pizza e cucina, sono previste delle lezioni di Haccp e Sicurezza sul lavoro, in modo tale da poter essere subito inseriti nel mondo del lavoro.
 
Vuoi conoscere tutti i dettagli di questo corso? Telefona al numero 0421 761247 oppure clicca qui o inserisci i tuoi dati qui sotto per ricevere via e-mail i dettagli e i costi del corso

 



Accetto i termini sulla privacy


Richiedi informazioni:

  
  

©Riproduzione riservata


Share on Facebook129Share on Google+0Tweet about this on Twitter