Cuochi d’Italia, nella terza puntata vince l’Abruzzo con l’istruttore Luciano Passeri

18 gennaio 2018 | evidenza,NEWS

Ogni italiano crede che la cucina della propria regione sia la migliore. Sarà davvero così?
Per scoprirlo c’è il programma Cuochi d’Italia, il nuovo programma in onda su TV8 dal lunedì al venerdì alle 18.30 in cui la cucina regionale diventa protagonista.
 
A guidare la sfida è lo Chef Alessandro Borghese: 20 cuochi tradizionali si sfideranno a colpi di piatti tipici e sapori genuini per vincere il titolo di Miglior Cuoco Regionale d’Italia. Lo chef segue gli sfidanti passo a passo durante tutte le prove mentre i rinomati chef Gennaro Esposito e Cristiano Tomei valutano i piatti preparati dai concorrenti.
 
Nella puntata di ieri sera, Silvia dall’Emilia Romagna ha perso contro l’abruzzese Luciano Passeri. A fare la differenza sono stati gli spaghetti alla teramana, una ricetta della tradizione che l’istruttore di Accademia Pizzaioli, nonchè direttore didattico Luciano Passeri ha ereditato dalla nonna.
 
I giudici gli hanno riconosciuto una grande manualità nell’utilizzo dello strumento ‘chitarra’ e maestria nell’assemblare farina, semola, acqua, pomodoro e polpettine (pallottine). Piccolissime, perché: «Si chiamano polpettine, mica polpettone» ha spiegato con ironia lo chef abruzzese.
 
fonte: Corriere del Conero
 

  
  

©Riproduzione riservata