Ciro Salvo porta la pizza napoletana a Londra: 50 Kalò arriva a Trafalgar Square

6 marzo 2018 | evidenza,NEWS

La pizza napoletana non viene ostacolata da niente e nessuno: non c’è Brexit che tenga. Il giovane pizzaiolo napoletano Ciro Salvo, ambasciatore della pizza nel mondo per Slow Food, tra poco più di due mesi aprirà un nuovo locale “gemello” del già famoso 50 Kalò di Napoli, nella capitale del Regno Unito, a Londra.
 
Il passo è importante, soprattutto alla luce della rapida carriera di ascesa di Ciro Salvo e della sua pizza. Come spiega il pizzaiolo a Il sole 24 ore, “Andare a Londra per me è un sogno che si realizza, sono anni che coltivo questo desiderio e ora è arrivato il momento giusto. Londra infatti è la capitale europea e rappresenta per me una bella sfida”.
 
Sempre stando a quanto afferma Il Sole 24 ore, il locale londinese avrà una superficie di 200 mq con 100 posti a sedere; verrà aperto con il partner storico Alessandro Guglielmini a Northumberland Avenue, a un passo da Trafalgar Square, il vero centro di Londra e viene visitata da decine di milioni di persone ogni anno. Il ristorante offrirà la stessa pizza del 50 Kalò di Napoli, con impasto ad alta idratazione e le migliori materie prime campane e italiane. Nel menù ci sarà la pizza 50 Kalò, la classica Margherita e la Montanara, ma anche le celebri fritture. Da bere una selezione di vini italiani e birre artigianali.
 
“La formula sarà la stessa che ho studiato da vent’anni: un impasto soffice e digeribile, abbinato a una cura maniacale dei dettagli con materie prime d’eccellenza dal pomodoro al fiordilatte e mozzarella che saranno importati direttamente dalla Campania. Posso garantire che la mia pizza sarà la “vera pizza napoletana”, patrimonio dell’Unesco, con forno a legna, e la dicitura sarà esposta in bella mostra in vetrina”.
 

 
Ciro Salvo, classe 1977, sin da piccolo con le mani in pasta, gioca con farine, acqua e pomodoro nella pizzeria del papà, aperta da sua nonna a Portici nel 1968. Nella pizzeria di famiglia si forma, impara a fare le fritture e poi il mestiere del fornaio. Si diploma nel 1996 e la passione per la pizza diventa la sua professione.
L’esperienza di tre generazioni di pizzaioli si arricchisce di tanto studio, tecnica e ricerca per un prodotto eccellente. Il suo pallino è l’impasto.
Ciro seleziona le farine, le sente tra le dita, le sceglie a basso tenore proteico. Aggiunge acqua, tanta acqua, fin quasi al limite della lavorabilità. Il risultato è un impasto unico, soffice, leggero, altamente digeribile e dal gusto sorprendente. Gli ingredienti di primissima qualità, scelti con cura quasi maniacale – dall’olio extravergine d’oliva ai migliori pomodori e latticini campani -, la meticolosità per ogni passaggio e il grande amore per il suo lavoro, rendono la sua pizza un prodotto incredibile.
Nel luglio 2013 il Gambero Rosso gli dedica la copertina. Quando non è in pizzeria, Ciro insegna come docente nei corsi per aspiranti pizzaioli presso l’Associazione Verace Pizza Napoletana e presso la Città del Gusto Gambero Rosso di Roma. 50kalò a Napoli è la sua prima esperienza partenopea.  
  

©Riproduzione riservata


Share on Facebook15Share on Google+0Tweet about this on Twitter